MEGLIO SEMPLICE

 Lo swing:

la mia opinione ; meglio semplice !

Si analizza lo swing fino a quando la stessa analisi non diventa quasi un incubo mentale.

Quando ho iniziato questa professione pensavo che la tecnica e i suoi dettagli fossero la componente essenziale del successo di ogni sistema di insegnamento del gioco. Pensando che ogni coach che applicava una teoria troppo semplice del movimento, non dava abbastanza informazioni per un buon apprendimento della tecnica.

Ho letto libri , partecipato a convegni di coaching e teaching sull'insegnamento, credevo che ci fosse la necessità di entrare a fondo nello studio di ogni piccola parte dello swing, analizzare e analizzare, alla ricerca di qualche particolare che mi avrebbe svelato '' il segreto''.

Chi cerca troppo la perfezione, fa un errore nella valutazione della tecnica di gioco, e rischia di creare nella mente di chi gioca un virus che può distruggere le certezze, che nel golf non esistono, ogni colpo è differente dal precedente e posso solo cercare di memorizzare una senzazzione, per poterla ripetere il più spesso e semplicemente possibile.

Si perchè la convinzione che la costruzione dello swing''perfetto''passi attraverso la ricerca della perfezione è una delle scelte più devastanti che può fare chi vuole giocare a golf.

Il gioco consiste nel mandare la palla da un punto di partenza fino alla buca nel minor numero di colpi possibili, questo accade quando il gesto è ripetitivo ed efficace, quando ci permette di far si che la faccia del bastone arrivi con sufficente velocità e che guarda dove voglio mandare la palla, il nostro obiettivo. In fondo ciò che dobbiamo creare è un sistema che ci dia queste due semplici garanzie, e non è molto complicato! Diventa complicato se il metodo è complicato.

Perchè un movimento possa essere ripetitivo deve necessariamente avere delle caratteristiche personali e fisiche di ogni giocatore. Quindi lo swing non può essere uguale per tutti, può considerarsi perfetto solo quando funziona. E quello che funziona meglio e più a lungo è quello giusto per ogni uno di noi.

Bisogna ricordare che la tecnica è uno strumento per giocare, non il fine di tutta la nostra fatica.I golfisti che per tutta la vita cercano lo swing e la perfezione di questo cercando ogni piccola parte del movimento, un obiettivo che difficilmente si può raggiungere, dimenticando la vera finalità di questo gioco '' mandare la palla in buca nel minor numero di colpi possibili'' non è il movimento perfetto!

Diversamente di quanto fossi convinto all'inizio della mia carriera,  credo che sia necessario perseguire e insegnare una tecnica semplice , composta da macro concetti che mentalmente e fisicamente il giocatore può facilmente comprendere e portare sul campo. La semplicità è il risultato di una  attenta ricerca studiata per semplificare la vita all'allievo.

Da qualche anno cerco di insegnare con dei concetti semplici,che ho imparato ad usare per semplificare la vita di ogni mio allievo, quando qualche anno fà ho iniziato ad insegnare con un metodo innovativo all'inizio '' NATURAL GOLF'' che poi è cambiato con, ''giocate il vostro miglior golf'' (PATH TO BETTER GOLF) molti anche colleghi erano scettici, ma ho perseverato e affinato la mia tecnica nell'insegnamento, e mi ritengo soddisfatto dei risultati ottenuti con i miei allievi.

E chi cerca continuità, lo aiuto in modo semplice, anche se spesso non è facile spiegare azioni che richiedono una buona coordinazione, del nostro corpo, in modo semplice !  

 Sempiliicità è la chiave !

----------------------------------------------------------

Pillole di Tecnica

Esercizi

 

 

 


Previous page: CLUB GIOVANI
Pagina seguente: Perche avvicinarsi al Golf